Progetto Politico/Sindacale del nostro Gruppo

La Conf FIR nasce come un sindacato per i dipendenti delle istituzioni europee che lavorano nei centri di Ricerca,.
Con il passare degli anni, grazie al rinoscimento per le innumerevoli battaglie vinte , si è radicato anche fuori dai centri di ricerca.

L'approccio della attività della Conf FIR si differenzia in maniera netta da molti altri sindacati.
Infatti non è basata su una miope difesa corporativista del sistema ma su una continua azione di informazione presso i cittadini sull' importanza del nostro ruolo per la società stessa.

Un approccio basato sui cittadini quindi, perche' il nostro lavoro e' rivolto a loro:
la difesa della nostra professione e della sua utilità per la società comprende la difesa della costruzione europea, la nostra ragion d'essere, e delle risorse di bilancio ad essa destinate.

 Questo spiega il coinvolgimento della Conf FIR in attività basate sui cittadini attraverso vari mezzi, come "Natura Nostra" e la "Job in Europe", nonché attraverso le sue azioni di promozione dell'Unione europea, come la conduzione di dibattiti e riflessioni, ad esempio attraverso il nostro trimestrale Panoptique;
Abbiamo inoltre, contrariamente ad altri,  un approccio unitario a nome del personale e lottiamo contro le divisioni e l'atteggiamento "ogni uomo per se stesso".
Dobbiamo essere uniti.
 Le nostre proposte si basano su una prospettiva comune da cui nessuno, indipendentemente dal suo status, è escluso.
La nostra forza sta nella nostra unità, dal basso  verso l'alto  della scala gerarchica;
Incoraggiamo un approccio locale, perchè molti problemi difficilmente sono generali.
Ecco perché la Conf è rappresentato in un gran numero di servizi e istituzioni Dal JRC al Cern di Ginevra, dalle DG di Bruxelles con la Conf SFE al Parlamento Europeo con Action.
Questi amici sono il nostro stretto legame con la situazione sul campo politico e della ricerca.
Questa notra azione locale, si sviluppa attraverso riunioni informative e discussioni decentrate all'interno delle varie sedi.
Effettuiamo consultazioni con i colleghi, dando loro la possibilità di commentare e approvare le nostre proposte, che sono perfezionate dalla pratica professionale;
Non ci limitiamo a fornire servizi - formazione, coaching, assistenza legale,  supporto personalizzato, informazione di qualità attraverso le nostre newsletter, video e siti web - ma adottiamo anche misure concrete per migliorare la situazione dei nostri colleghi sviluppando proposte costruttive. In questo modo, otteniamo risultati tangibili in diversi settori.
Il nostro approccio non si limita alla difesa dei principi fondamentali dello statuto del personale della funzione pubblica europea: stipendi, promozioni, pensioni, assicurazione malattia, metodo retributivo, ma mira anche a migliorare le nostre condizioni di lavoro e i nostri posti di lavoro.
Di conseguenza, raccomandiamo:
- un calo significativo delle situazioni precarie,
- stabilire carriere professionali gratificanti che preservino e valorizzino le competenze professionali di tutto il personale,
- riconoscere che l'elemento principale del benessere sul lavoro è quello di sentirne il vero significato, al servizio della costruzione e della società europea,
- migliorare le condizioni di lavoro in senso lato, compresi gli asili nido, i centri di assistenza all'infanzia e le scuole europee,
- una sostanziale riduzione del numero dei livelli dirigenziali, fonte di burocratizzazione,
- lo sviluppo del lavoro di gruppo, più motivante,
- parità di genere a tutti i livelli.
Infine, il nostro approccio richiede un intenso dialogo sociale all'interno dell'istituzione a tutti i livelli, anche nei servizi: il cambiamento che vogliamo non può essere decretato dall'alto, può essere ottenuto solo lavorando con il personale.